Salta navigazione
Le tue preferenze sono state salvate
Puoi aggiornare le tue preferenze di contatto in qualsiasi momento nella sezione Le tue preferenze di contatto de Il Mio Account. Se hai un account Dyson puoi effettuare l'accesso qui sotto per gestire tutte le opzioni di contatto (inclusi telefono, sms e posta).

Dichiarazione di Dyson sulla schiavitù e la tratta di esseri umani del 2017

Dyson è un'azienda tecnologica con uffici in tutto il mondo, tra cui Regno Unito, Singapore, Malesia e Filippine.Ci impegniamo a condurre un'attività commerciale etica e responsabile nei confronti dell'ambiente.

Dyson e i suoi fornitori si attengono a un codice di condotta etico e ambientale che definisce i requisiti di Dyson in materia di pratiche di lavoro, salute e sicurezza, approvvigionamento responsabile e standard ambientali.Per Dyson qualsiasi forma di lavoro forzato è inaccettabile.

Dyson ha un team dedicato alla Responsabilità sociale d'impresa (CSR, Corporate Social Responsibility) che lavora con i fornitori attraverso una combinazione di valutazioni che utilizzano il database etico Sedex, la formazione dei fornitori e i controlli.Dyson utilizza le informazioni provenienti dalle valutazioni del rischio Sedex per guidare la scelta delle priorità nei controlli sui fornitori.Oltre ad effettuare controlli, Dyson mette a disposizione una linea telefonica gestita da terze parti per consentire ai lavoratori di sollevare qualsiasi questione relativa alle condizioni di lavoro.

I controlli sono condotti da revisori Dyson o da revisori CSR indipendenti.Al fine di comprendere appieno l'ambiente di lavoro dello stabilimento di un fornitore, intervistano una sezione trasversale del personale senza la presenza del management.

 

Firmato da:

Jim Rowan, CEO

La presente dichiarazione è realizzata ai sensi dell'articolo 54(1) della legge contro la schiavitù moderna del 2015 (Modern Slavery Act 2015) e costituisce la dichiarazione di Dyson sulla schiavitù e la tratta di esseri umani.