Salta navigazione
Le tue preferenze sono state salvate
Puoi aggiornare le tue preferenze di contatto in qualsiasi momento nella sezione Le tue preferenze di contatto de Il Mio Account. Se hai un account Dyson puoi effettuare l'accesso qui sotto per gestire tutte le opzioni di contatto (inclusi telefono, sms e posta).

Uno studio Dyson rivela il cambiamento nelle abitudini di pulizia dalla comparsa del Covid-19 - ma in molti ancora non sanno cosa si nasconde dentro la polvere

Facciamo un tour dietro le quinte delle strutture top secret Dyson dove i nostri scienziati studiano la polvere e parliamo con i nostri esperti in-house per scoprirne di più.

  • In un momento in cui le nostre case e l’igiene sono più importanti che mai, non ci sorprende che a livello globale sei persone su dieci si dedichino più frequentemente alla pulizia. Dallo scoppio della pandemia da Covid-19 la pulizia ha acquisito più importanza.

    Tuttavia, la maggior parte di noi non pensa ai motivi che ci hanno spinti a cambiare le nostre abitudini in fatto di pulizia e a che cosa si cela davvero dietro alla polvere domestica. Il recente Studio Globale sulla Polvere di Dyson sonda le abitudini e i comportamenti delle persone in fatto di pulizia e analizza a fondo ciò che sappiamo sulla polvere domestica e l’impatto che questa può avere sulla nostra salute e sul nostro benessere, e rivela che, mentre il 76% degli intervistati è “estremamente preoccupato” per la polvere presente nella propria abitazione, in pochi in realtà sanno da che cosa sia effettivamente composta.

    Per fare chiarezza, abbiamo chiesto agli ingegneri e agli esperti di scienza della polvere delle strutture di Ricerca e Sviluppo Dyson a Malmesbury, Regno Unito, di esaminare il contenuto della polvere domestica, di capire perché dobbiamo preoccuparcene e che cosa possiamo fare a riguardo.

  • Un ricercatore esamina un campione.
  • Di che cosa si tratta?

    La polvere è una sostanza presente in ogni singola abitazione del mondo, eppure in quanti se ne preoccupano? Guardati intorno. Probabilmente nella stanza in cui ti trovi è presente polvere visibile. Se non riesci a vederla, è perché la maggior parte della polvere nelle nostre abitazioni è invisibile a occhio nudo. La polvere invisibile, tuttavia, può contenere particelle che possono potenzialmente avere un impatto sul nostro benessere.

    Dennis Mathews, Ricercatore Scientifico in Microbiologia presso Dyson, è uno degli scienziati responsabili dell'analisi di centinaia di chilogrammi di vera polvere domestica raccolta da Dyson ogni anno per comprendere meglio che cosa si cela dietro la polvere presente nelle nostre abitazioni.

  • “È di vitale importanza che le persone imparino a conoscere la polvere domestica (anche quella che non vedono) e a rimuoverla al meglio,” spiega. “Se le persone fossero più consapevoli di ciò che contiene la polvere e di come prospera, forse saprebbero dove concentrare il loro tempo e la loro attenzione quando puliscono, a vantaggio del loro benessere.”

    “Quando analizziamo i campioni di polvere nei nostri laboratori, ci sentiamo un po’ come degli investigatori forensi,” afferma Mathews, parlando del laboratorio di analisi di polvere domestica Dyson. 

  • Che cos'è la polvere?

     

    La polvere domestica è una complessa matrice di componenti, fra cui cellule di pelle morta, capelli, acari della polvere, feci di acari della polvere, batteri, virus, muffa, piccoli insetti e altre fibre e particelle. Molte di queste particelle sono visibili solo a microscopio e possono avere un impatto sul nostro benessere.

  • Dust particle.

    Una microscopica particella di gomma trovata in un campione di polvere che misura circa la larghezza di un capello umano.

  • “Siamo in grado di capire se una persona vive nei pressi del mare perché nella sua polvere domestica riveliamo alcuni sali e minerali specifici. Se nei pressi dell'abitazione ci sono delle specifiche tipologie di alberi, potremmo essere in grado di determinarne la specie in base al tipo di polline presente in casa. In città, o in abitazioni vicine alla strada, tendenzialmente troviamo particelle sintetiche come frammenti di pneumatici in gomma e microplastiche.”

    Dennis indica i risultati del microscopio su uno schermo del laboratorio, che rivelano una particella nera che somiglia più a un pezzo di carbone che a qualcosa che ci si aspetta di trovare nella polvere di casa propria. “Queste particelle di plastica sono talmente piccole che possono essere potenzialmente inalate,” spiega.

    Ma le microplastiche sono solo la punta dell’iceberg.

    Oltre alle particelle che arrivano da fuori, anche ciò che si trova già nella nostra abitazione può avere un forte impatto sulla polvere domestica.

    La nostra pelle, per esempio, gioca un ruolo importante. In media, infatti, un essere umano perde dai due ai tre grammi di pelle al giorno e ne perde ancora di più durante la notte. “Questa quantità equivale a circa il peso di un pacchetto di patatine alla settimana,” afferma Mathews.

  • Cosa sono gli acari della polvere?

    Gli acari della polvere sono aracnidi microscopici che vivono sulla terra da milioni di anni. Quando gli esseri umani hanno iniziato a vivere in luoghi chiusi, gli acari hanno seguito le loro orme. Non causano danni all’uomo, ma le loro feci contengono proteine che possono scatenare allergie e avere un impatto sul nostro benessere.

  • Skin flake particle.

    La pelle è uno dei principali costituenti della polvere domestica e forma la dieta degli acari della polvere di casa.

La quantità di pelle depositata e lasciata in giro per casa gioca un ruolo importante, perché è ciò di cui si cibano gli acari. Nel nostro ambiente domestico, possono esserci milioni di acari della polvere e, mentre gli acari in sé non sono dannosi, le proteine contenute nelle loro feci sono considerate i più importanti induttori di malattie allergiche in tutto il mondo.

Si pensa che tra 65 e 130 milioni di persone nel mondo soffrano di allergie causate dalle feci degli acari della polvere e alcuni studi suggeriscono che l’aumento dell’esposizione alla polvere durante la pandemia abbia intensificato i sintomi dei soggetti allergici. È estremamente comune che tra le persone che risultano positive alle allergie da acari della polvere ci siano persone che soffrono di asma, di vari tipi di dermatite e di sinusiti frequenti, e alcuni studi suggeriscono che l'esposizione ad alti livelli di acari della polvere, soprattutto nei primi anni di vita, aumenti il rischio di sviluppare allergie agli acari e asma.

Passare l’aspirapolvere frequentemente è utile per ridurre la quantità di polvere nella nostra abitazione e per minimizzare gli impatti negativi sul nostro corpo, ma parlando con Mathews risulta chiaro che sapere dove passare l’aspirapolvere sia altrettanto importante.

Gli acari della polvere prosperano in condizioni di caldo, buio e umidità, quindi luoghi come i nostri letti e divani possono essere terreno fertile per gli acari, che si moltiplicano esponenzialmente durante la stagione degli acari della polvere. Privare gli acari della polvere dei residui di pelle aspirandoli, ridurre i livelli di umidità e mantenere una temperatura fresca in casa sono solo alcune delle raccomandazioni dei microbiologi Dyson per mantenere al minimo il numero di acari della polvere nelle nostre abitazioni.

    • Dust mites.

Ma nella polvere si celano forme di vita microscopiche ancora più impercettibili degli acari della polvere. Batteri e virus sono presenti ovunque. Anche nella polvere domestica. È allarmante che un intervistato su cinque dello Studio Globale sulla Polvere di Dyson rimanga sorpreso dal fatto che nella polvere delle nostre abitazioni potrebbero celarsi anche i virus.

“La polvere è un miscuglio di particelle microscopiche che racchiude tutto ciò che facciamo nella nostra vita,” afferma Mathews. “E molto di tutto ciò non è rilevabile nella polvere sintetica che è la tipologia di polvere che viene spesso analizzata in laboratorio per gli standard industriali. Noi di Dyson, invece, analizziamo vera polvere, che assicura che i nostri aspirapolvere funzionino in modo ottimale nelle case dei veri proprietari - non solo nei test di laboratorio.”

  • Engineers working on a vacuum.
  • Cosa possiamo fare a riguardo?

    Per saperne di più, abbiamo visitato le Camera di Raccolta Dyson per valutare le soluzioni più adatte contro la polvere domestica.

    “Quando lavori con i pavimenti e la polvere per così tanto tempo come me, non guardi più i tappeti allo stesso modo,” afferma Tom McVey, Technical Lead nella raccolta della polvere. “Gli allergeni invisibili e le particelle di polvere possono nascondersi in profondità nelle fibre dei tappeti, specialmente nelle aree in cui introduciamo anche particelle dall'esterno.”

  • Il ruolo di Tom è di capire come rimuovere o raccogliere al meglio la polvere domestica dalle superfici intorno alla casa. Nella Camera di Raccolta, vengono testati tappeti e tipi di pavimenti provenienti da case di tutto il mondo per studiare come le teste degli aspirapolvere possono essere progettate per rimuovere al meglio la polvere vera. Il team esegue test ogni giorno su chilometri di tappeto, per migliorare il design e la performance degli aspirapolvere.

    “Una buona regola da adottare per le nostre abitazioni è passare l'aspirapolvere due volte a settimana nelle aree più trafficate, e nelle altre aree come minimo una volta a settimana, con particolare attenzione ai tappeti e alla moquette,” afferma McVey.

    “Ma quando parliamo di aree trafficate non dovete pensare solo ai pavimenti,” avverte, rivelando un banco di prova usato per simulare la polvere trovata in un materasso. “Le aree che dovrebbero preoccuparci di più sono quelle dove passiamo la maggior parte del nostro tempo ma che puliamo di meno. Quindi, non dimenticatevi di passare l'aspirapolvere sui divani, sui materassi e sulle cucce dei vostri animali, luoghi dove perdiamo grammi su grammi di frammenti di pelle creando così un ambiente dove gli acari della polvere, le muffe e i batteri prosperano più facilmente.”

    Tutte le ricerche Dyson sulla polvere domestica mostrano che passare l’aspirapolvere sia uno dei metodi più efficaci per rimuovere la polvere dalle nostre case, con lo Studio Globale sulla Polvere di Dyson che rivela come gli aspirapolvere siano considerati a livello globale lo strumento numero uno per rimuoverla. Non solo eliminano la polvere che puoi vedere a occhio nudo ma, al contrario delle scope, possono ridurre anche la quantità di polvere invisibile presente sulle superfici.

    Quali caratteristiche deve avere un aspirapolvere?

    Per saperne di più in merito a una rimozione efficace della polvere, abbiamo parlato con Jonathan McGaughey, Separation Systems Engineer, che ha il compito di progettare i meccanismi di filtrazione per molti degli aspirapolvere Dyson.

    “I filtri di un aspirapolvere sono estremamente importanti eppure sono spesso trascurati,” afferma McGaughey. “Una volta raccolta la polvere e lo sporco dal pavimento, vuoi essere sicuro che ciò che hai aspirato rimanga all’interno dell’aspirapolvere e che non sia espulso nuovamente nell'aria della tua stanza - o peggio, sulla tua faccia mentre stai ancora passando l'aspirapolvere.”

    Il sistema di filtrazione è alla base degli aspirapolvere Dyson. Il primo aspirapolvere di James Dyson, il DC01, era progettato con un sistema di filtrazione a ciclone all’avanguardia che separava lo sporco, la polvere e i detriti dal flusso d'aria. Negli ultimi 30 anni, il meccanismo di filtrazione Dyson è diventato più all'avanguardia e più solido per assicurare che gli aspirapolvere Dyson possano catturare fino al 99,97% delle particelle di polvere fino a 0,3micron - la grandezza di alcuni batteri e virus.

  • Engineers working on a vacuum.
  • Progettare un aspirapolvere che raccolga e filtri gli allergeni invisibili in modo adeguato è un delicato atto di bilanciamento, spiega McGaughey. “Ci sono alcuni elementi chiave a cui prestare attenzione quando si sceglie un aspirapolvere per la propria abitazione.”

    1. Potenza di aspirazione: La potenza di aspirazione misurata in Air Watt è la chiave per raccogliere la maggior parte della polvere visibile e invisibile presente sulle superfici. Gli aspirapolvere Dyson sono progettati con un motore Hyperdymium™ che aumenta efficacemente la potenza aspirante.

    2. Filtrazione: Avere livelli multipli di filtrazione per rimuovere gli elementi microscopici di polvere e avere guarnizioni robuste è essenziale. Anche il miglior filtro del mondo sarebbe inefficace se non ci fossero le guarnizioni intorno al filtro per impedire che l'aria fuoriesca dalla macchina.

  • 3. Versatilità: La chiave per tenere sotto controllo la polvere è pulire frequentemente - nel momento in cui la polvere è visibile, significa che è probabilmente troppo tardi e che potresti già avere colonie di acari della polvere, muffe e batteri nella tua abitazione. Scegliere un formato che si adatti al tuo stile di vita e al tuo ambiente domestico è importante. Se vuoi optare per un aspirapolvere senza filo, tieni in considerazione l’autonomia della batteria - ma ricorda che, secondo lo Studio Globale sulla Polvere di Dyson, il tempo medio trascorso a passare l'aspirapolvere è di soli 24,2 minuti per sessione di pulizia, quindi potresti aver bisogno di meno autonomia di quel che pensi.

    Capire cosa si cela dietro alla polvere domestica e usare la tecnologia migliore possibile per rimuovere la polvere è la chiave per mantenere un ambiente sano, in particolare in un periodo in cui l’igiene è più importante che mai.

    Questa è la ragione per cui in Dyson abbiamo studiato la polvere per quasi 20 anni ed è il motivo per cui i nostri ingegneri e microbiologi lavorano insieme per progettare apparecchi che non solo rimuovono con facilità sporco e detriti visibili dalle vostre case, ma raccolgono e separano le particelle microscopiche dalla polvere domestica mantenendo l’ambiente pulito e sano.

Contatti per la stampa

  • Eugenio Zucchini

    Email: eugenio.zucchini@dyson.com

    Costanza Pirastu

    Email: costanza.pirastu@dyson.com